Risk Management

RISK MANAGEMENT

Il tema dell’errore in medicina è una realtà che interessa tutte le organizzazioni sanitarie di tutti i paesi del mondo. Da quando è stato pubblicato nel 1999 negli USA il rapporto dell’Institute of Medicine (IOM) “To err is human: building a safer health system” la sicurezza del paziente è diventata oggetto di campagne di stampa, programmi di progetti di miglioramento di carattere nazionale e regionale e iniziative specifiche a livello locale volti a ricercare, insieme all’efficienza e all’efficacia delle prestazioni erogate, anche la sicurezza del servizio offerto.
Assunto che l’errore è ineliminabile, è necessario che ogni organizzazione sanitaria attivi sistemi per ridurre al minimo la possibilità che, nel corso dell’erogazione della prestazione sanitaria, si verifichino danni al paziente.  Questo può essere raggiunto introducendo e mantenendo attivo in azienda un sistema per la gestione del “rischio” o Risk Management, inteso come l’insieme degli strumenti, dei metodi e delle azioni, mediante cui si misura o si stima il rischio e successivamente si sviluppano strategie per governarlo.
E’ importante capire che l’evento avverso non è quasi mai conseguenza di un singolo errore umano, ma il frutto dell’interazione tra più fattori (tecnici, organizzativi, relazionali, ecc). Pertanto ciò che importa non è cercare “il colpevole”, qualcuno da punire, ma promuovere invece l’analisi approfondita e la ricerca delle cause che hanno portato all’errore in modo da eliminare le carenze individuate nel sistema che ne hanno consentito il verificarsi e far sì che non si ripresentino le stesse condizioni di rischio che hanno portato al danno.
Realizzare tutto questo significa promuovere una “cultura del rischio” fondata sulla convinzione che gli errori rappresentano per ogni organizzazione, se adeguatamente analizzati, preziose opportunità di apprendimento e di miglioramento.
Non esistono quindi organizzazioni sanitarie immuni dal problema dell’errore in sanità ma possono esistere organizzazioni che ignorano tale fenomeno e non se ne occupano perseguendo sulla strada della “cultura colpevolizzante” che porterà alla ricerca del capro espiatorio al verificarsi dell’incidente eclatante.
La Regione Lombardia, individuata l’importanza di percorrere la strada della Gestione del Rischio, si è fatta promotrice di numerose iniziative volte a indirizzare le realtà sanitarie presenti nel proprio territorio a prender coscienza dell’argomento e a fornir loro strumenti e metodi per affrontarlo.
Con la Circolare n. 46 /2004 è stata definita la strategia e le modalità operative per implementare un sistema di Risk Management all’interno delle Aziende Sanitarie.

In linea con le indicazioni regionali l’Azienda Ospedaliera della Provincia di lecco ha costituito un Gruppo di Coordinamento per la Gestione del Rischio, coordinato da Paola Goretti che in qualità di Risk Manager ha il compito di :

  • governare tutte le attività volte a diffondere in azienda la cultura del Risk Management;
  • sensibilizzare gli operatori, anche attraverso specifici programmi di formazione sul tema dell’errore in sanità e sulla sicurezza del paziente;
  • individuare le aree di rischio in azienda e porre in atto gli interventi correttivi volti ad eliminarle;
  • definire strategie per migliorare il rapporto con l’utenza e l’immagine dell’azienda.

E’ stato inoltre istituito il Comitato per la Valutazione dei Sinistri (CVS), coordinato da Luisa Fumagalli che in qualità di Responsabile del CVS, ha il compito di:

  • analizzare la sinistrosità aziendale in termini di numero e tipologia di richieste di risarcimento pervenute in azienda;
  • garantire la puntuale valutazione delle richieste di risarcimento danni nell’ambito del Comitato Valutazione sinistri al fine di quantificare l’eventuale danno economico;
  • raccogliere la documentazione clinica necessaria a gestire il sinistro ed a consentire al Risk Manager aziendale l’analisi delle cause dell’evento e l’individuazione degli opportuni correttivi;
  • gestire, in collaborazione con l’assicurazione, i rapporti con i danneggiati e/o i loro studi legali;
  • definire, in collaborazione con il Broker, la politica di copertura assicurativa;
  • mantenimento dei flussi informativi regionale per il mantenimento del database regionale.

Ogni anno l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco redige un Piano annuale di Risk Management contenente i progetti di miglioramento della sicurezza del paziente e un programma formativo dedicato agli operatori per la diffusione della cultura e delle metodologie utili alla Gestione del Rischio.

Progetti di Risk Management
1. Sicurezza in chirurgia (2010 – 2011)
2. Gestione e utilizzo dei farmaci (2011 – 2012)
3. L’igiene delle mani nel controllo della trasmissione delle infezioni in ospedale (2011 – 2012)
4. Cadute accidentali: prevenzione e gestione (2011 – 2012)
5. Campagna di indagine sul consenso informato, in collaborazione con le associazioni di volontariato.