CARDIOLOGIA - LECCO

Direttore
Dott. Stefano Savonitto
s.savonitto@asst-lecco.it
 Segreteria: 0341.489492

Equipe:
Dott.ssa Chiara Addamiano
Dott.ssa Jolanda Baglivo
Dott. Giorgio Bassanelli
Dr Alfredo Bianchi
Dott.ssa Roberta Brambilla
Dott. Gianluca Epicoco
Dott. Andrea Farina
Dott. Luca Angelo Ferri
Dott.ssa Giorgia Galli
Dott. Camillo Gerosa
Dott. Andrea Granata
Dott.ssa Laura Lenatti
Dott.ssa Elisabetta Lobiati
Dott. Antonio Pani
Dott.ssa Silvia Pelizzoli
Dott. Isidoro Gianluca Pera
Dott. Luigi Piatti
Dott. Alberto Piloni
Dott. Pierfranco Ravizza
Dott.ssa Beatrice Riva
Dott.ssa Antonia Maria Selva
Dott. Douglas Skouse
Dott. Gianluca Tiberti
Dott.ssa Mariantonia Valsecchi

RAD
Roberta Dotti
r.dotti@asst-lecco.it

Coordinatore Infermieristico Cardiologia Degenza:
Laura Giaccone
l.giaccone@asst-lecco.it

Coordinatore Infermieristico Terapia Semi-Intensiva – UTIC – TIC – Elettrofisiologia – Emodinamica:
Luisella Leandri
l.leandri@asst-lecco.it

Coordinatore Infermieristico Cardiologia Servizi:
Elia Bonacina
elia.bonacina@asst-lecco.it

Coordinatore Infermieristico Cardiologia Riabilitativa:
Chiara Frigerio
c.frigerio@asst-lecco.it

Numeri Utili:
 Segreteria: + (39) 0341 253 139
 Reparto di degenza: + (39) 0341 489 495
 Unità Coronarica: + (39) 0341 489 499
 Day Hospital: + (39) 0341 489 119
 Ambulatorio Aritmologia: + (39) 0341 489 493

cardiologia_sito1

La Cardiologia dell’ Ospedale Manzoni di Lecco è il fulcro di una rete interprovinciale per la gestione della urgenza/emergenza e per il trattamento dei casi complessi in ambito cardiologico, anche grazie ad un’attività di interventistica cardiologica e cardiochirurgica attiva 24 ore su 24. La combinazione fra una elevata competenza professionale, l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e il confronto con altri centri terziari garantiscono un livello di cura conforme agli standard internazionali.

All’ interno del Dipartimento Cardiovascolare è consolidata la modalità di lavoro in Heart Team in tutte le fasi della diagnosi e della cura delle malattie cardiache con riunioni collegiali quotidiane delle componenti mediche, chirurgiche e infermieristiche.

Una peculiarità della Cardiologia di Lecco è l’ esperienza acquisita nella pianificazione e condotta di sperimentazioni cliniche in pazienti ad alto rischio, grazie alla collaborazione con una rete consolidata di Centri sia a livello nazionale che internazionale. Tra le sperimentazioni più recenti coordinate dalla Cardiologia di Lecco: Elderly ACS-2 randomised trial (pubblicato su Circulation 2018), Zero Fluoroscopy Study (Circulation Arrhythmias 2018), Ladies ACS study (American Journal of Medicine 2016), Culprit-shock trial (Coordinamento italiano, New England Journal of Medicine 2017 e 2018), STEMAMI-outcome trial (50 centri partecipanti, in via di completamento).

English Version
Manzoni Hospital covers the emergency and tertiary care activities of a wide territory spanning from the Central Alps (Swiss border) to the Lake Como region with nearly 500,000 people. The structure is part of the integrated cardiovascular network of Regione Lombardia, covering nearly 10 million people, able to provide state of the art cardiac care from primary prevention to heart transplantation and the artificial heart.

The Cardiovascular Department of Manzoni Hospital in Lecco is the hub of a network for inter-provincial emergency management and for the treatment of complex cases in cardiology, thanks to 24/7 activity of interventional cardiology and cardiac surgery, the use of cutting-edge technologies in electrophysiology and vascular surgery/endovascular intervention.

A heart team approach to cardiovascular disease is consolidated and implemented through daily interdisciplinary meetings.

A distinctive feature of the Cardiology Division is the planning and conduct of multicenter clinical trials specifically in high-risk coronary disease. These studies take advantage of a well established network of Cardiology Centers throughout Italy, the longstanding collaboration with a CRO specialized in coronary intervention studies, as well as the continuous endorsement by the national scientific cardiac societies. Recent studies are the Elderly ACS 2 randomised trial (published in Circulation 2018); Zero Fluoroscopy Study (Circulation Arrhythmias 2018), the LADIES ACS study (American Journal of Medicine 2016); the Surgery After Stenting (SAS) registry (Catheterization CV Intervention 2017); and the STEMAMI outcome randomized trial (to be completed in 2018). The coordination of the Italian Centers contributing to the Culprit-Shock trial (New England Journal of Medicine 2017 and 2018) and to the SPIRE trial of Bococizumab for high LDL cholesterol in high-risk patients (New England Journal of Medicine 2017) has also been among the recent activities of the Center.

ATTIVITA’ CLINICA:

• Unità di Cura Coronarica, terapia semi-intensiva e degenza ordinaria
• Day-Hospital, per pazienti con scompenso cardiaco avanzato, cardioversione elettrica e sostituzione / revisione pace-maker
• elettrofisiologia e cardiostimolazione
• emodinamica e cardiologia interventistica
• diagnostica cardiologica non invasiva
• attività ambulatoriale con visite di consulenza e II livello

English Version

Clinical Activities:
• Cardiac and vascular surgery and endovascular intervention;
• Interventional cardiology;
• Interventional electrophysiology;
• Cardiac Intensive Care Unit, including cardiac anaesthesia and post-cardiac surgery;
• Cardiology ward;
• Cardiac rehabilitation;
• Heart failure outpatient clinic;
• Noninvasive cardiovascular diagnostics, including CT-angio and cardiac MRI.

cardiologia_sito2

PUNTI DI FORZA:

La STRUTTURA si occupa prevalentemente di:

Trattamento della Cardiopatia Ischemica in forma sia acuta, sia cronica, con particolare riferimento alla gestione delle sindromi coronariche acute (infarto miocardio acuto e angina instabile) attuando ove indicato procedure di rivascolarizzazione miocardica percutanea (angioplastica coronarica) 24 ore al giorno /7 giorni per settimana.
Trattamento e prevenzione di qualsiasi forma di aritmia cardiaca, sia sopraventricolare che ventricolare, mediante tecniche di ablazione transcatetere ed impianto di pace-maker/defibrillatore. Ottimizzazione del trattamento della cardiomiopatia ipocinetica mediante resincronizzazione con pace-maker/defibrillatore biventricolare.
Trattamento intergrato e ottimizzato dei quadri clinici che non necessitano ricovero in degenza continuativa, mediante follow-up in Ambulatorio o Day Hospital e nei Laboratori di Ecocardiografia ed Ergometria.
Applicazione della diagnostica angio-coronarografica mediante tecnica di approccio preferenzialmente radiale (ottimale per la mobilizzazione del paziente, la riduzione dei tempi di degenza, la riduzione delle complicanze locali procedurali) e mediante attuazione integrata della procedura sia diagnostica, sia terapeutica (coronarografia e angioplastica in unica seduta). In particolare si ritiene significativa la disponibilità ad eseguire procedure di rivascolarizzazione in ogni momento del giorno e dell’anno, per ottimizzare il trattamento delle sindromi coronariche acute, anche in collaborazione con altri ospedali dell’azienda e di aziende limitrofe.
Nell’ambito della aritmologia, la struttura di cardiologia si caratterizza per l’impiego di tecnologie avanzate e tecniche operatorie d’avanguardia (i.e. approccio transettale, approccio epicardico) che permettono il trattamento di casi particolarmente complessi sia nell’adulto sia nel paziente pediatrico. Nel campo della ablazione transcatetere, vengono utilizzati sistemi di mappaggio elettroanatomico di ultima generazione che permettono di ridurre l’esposizione radiologica e migliorare il rapporto beneficio/rischio della procedura. Nel campo della attività di impianto pace-maker/defibrillatore, sono impiegate modalità di stimolazione innovative (stimolazione del fascio di His, stimolazione endocardica del ventricolo sinistro) che sono in grado di correggere la dissincronia elettrica che caratterizza molte forme di cardiopatia, sia congenite sia acquisite.
Riduzione al minimo indispensabile dei ricoveri in regime di degenza continuativa mediante applicazione estensiva ed integrata delle metodiche diagnostiche incruente e del follow-up clinico ambulatoriale ed in Day Hospital per tutti i quadri clinici cronici o semiurgenti che non si accompagnano a severo e prevedibile rischio di vita e quindi non richiedano osservazione continuativa.

English Version

Strengths
The structure is mainly engaged in:
• Treatment of Ischemic Heart Disease, with particular reference to the management of acute coronary syndromes (acute myocardial infarction and unstable angina). The Center is the cardiac care hub of a large geographic area spanning from remote alpine valleys to the crowded prealpine regions, with long-distance transportation provided by helicopter. Cathlab facilities and cardiac surgery are active on a 24h/7 days basis. Eigthy percent of percutaneous coronary intervention are performed using the radial approach. The treatment of acute complications as well as elective bypass surgery is made possible by onsite cardiac surgery.
• Treatment and prevention of any form of cardiac arrhythmia, by means of catheter ablation and implantation of pace-maker/defibrillators. Optimizing the treatment of hypokinetic cardiomyopathy with cardiac resynchronization therapy. The structure uses advanced technology and cutting-edge surgical techniques (ie transseptal approach, epicardial approach) which permit the treatment of complex cases both in adults and in the pediatric patient. In the field of catheter ablation, electroanatomic mapping systems are used in the last generation that reduce the radiological exposure and improve the risk / benefit ratio of the procedure. Remote device control is an increasing option for patient follow-up
• Integrated treatment of valvular heart disease using surgical as well as percutaneous options.
• Outpatient clinic for the follow-up of heart failure and advanced coronary disease, integrated with state of the art noninvasive diagnostics including echocardiography and cardiac magnetic resonance.
• Cardiac pediatric cases are investigated either in the Center or within the Lombardia Region cardiac network.

 

Operano, all’interno della Struttura di Cardiologia – Lecco, le Strutture Semplici di:

1.Diagnostica Cardiovascolare Non-Invasiva
2.Elettrofisiologia ed elettrostimolazione;
3. Cardiologia Pediatrica.

U.O.S. Diagnostica Cardiovascolare Non-Invasiva si occupa dello sviluppo ed applicazione delle tecniche di imaging (eco 3D, eco 2D, ecocardiografia di secondo livello) e della valutazione funzionale cardiaca a supporto dell’attività cardiochirurgica, di elettrofisiologia e di emodinamica interventistica, oltre che alle esigenze diagnostiche di tutti i reparti ospedalieri. Elabora e partecipa a protocolli di ricerca clinica. Definisce percorsi per l’appropriatezza dell’ecocardiogramma in pazienti candidati a chirurgia non cardiaca. Collabora con il dipartimento medico per definire un percorso di formazione per attività diagnostica ecografica di 1° livello effettuata con apparecchi pocket. Collabora con l’ Unità Operativa di Oncologia Medica per la stratificazione di rischio e la sorveglianza delle chemioterapie antineoplastiche.

U.O.S. Elettrofisiologia ed elettrostimolazione fornisce una risposta adeguata e percorsi diagnostici terapeutici appropriati a pazienti con malattie cardiache aritmiche, prevenzione della morte improvvisa in pazienti ad elevato rischio come le cardiopatie dilatative ipocinetiche, trattamento dell’insufficienza cardiaca congestizia con device impiantabili.

U.O.S. Cardiologia Pediatrica è focalizzata sui percorsi diagnostici terapeutici appropriati per pazienti pediatrici con malatti cardiache quali le cardiopatie congenite e le aritmie cardiache con manifestazioni acute, croniche ed in condizioni di emergenza/urgenza. Con l’inizio dell’attività di elettrofisiologia dedicata anche all’età pediatrica verrà fornito un servizio ai pediatri operanti sul territorio e alla medicina sportiva dato il rischio potenziale di tali patologie.

Heart to Heart
Stefano Savonitto: l’attività cardiologica e la ricerca clinica