Visione, valori e obiettivi

VISIONE, VALORI E OBIETTIVI

MISSIONE

Siamo una comunità di professionisti impegnata ad accogliere il paziente come persona nella sua integralità.
Vogliamo costruire con la sua partecipazione percorsi di cura adeguati per rispondere ai suoi bisogni di salute.
Ci assumiamo la responsabilità di creare valore pubblico: per questo mettiamo a disposizione le nostre conoscenze e abilità per dar corpo ad Ospedali efficaci, integrati, appropriati, sicuri ed efficienti.
Lavoriamo per trovare – in un continuo cammino di miglioramento – il miglior rapporto possibile tra risorse impiegate e qualità/quantità del lavoro svolto.

VISIONE

La nostra Azienda intende sviluppare le attività dei propri Presidi e Poliambulatori, ciascuno con la propria specificità, verso percorsi di diagnosi, cura e riabilitazione d’avanguardia, offrendo risposte complete ai cittadini del territorio di riferimento e costituendoli  come polo di attrazione e di riferimento per un’area più vasta.

Perseguiremo questi obiettivi grazie alla crescita professionale dei nostri operatori, a forme innovative di organizzazione dei servizi ed anche attraverso un’alleanza con la rete delle cure primarie, la rete sociosanitaria, le strutture sanitarie e con le università operanti nel territorio.

DICHIARAZIONE DEI VALORI

Siamo un’organizzazione di professionisti
La nostra è un’ organizzazione multiprofessionale e multidisciplinare che non può essere gestita con le classiche regole di un’azienda produttrice di beni di consumo.
I dirigenti professionisti presenti in azienda sono ciascuno un centro decisionale con grande autonomia. Tale necessaria autonomia, per poter rispondere in modo adeguato ai bisogni dei pazienti, deve integrarsi in un’attività corale, con una particolare attenzione al lavoro di gruppo. Siamo dei professionisti nel senso che le nostre competenze le “diciamo davanti” (professo) ad un altro che ci interpella, che ci chiede di prendere posizione. Da qui parte la responsabilità che vogliamo assumere.

Mettiamo al centro la persona e la relazione interpersonale
Crediamo nel primato delle relazioni umane con le persone che scelgono di curarsi da noi e siamo convinti che ciò alimenti anche la collaborazione e l’integrazione tra tutti i collaboratori che lavorano in Ospedale.

Costituiamo una comunità curante
Il collante che tiene insieme le nostre strutture non è il vincolo gerarchico tradizionalmente inteso; è invece la profonda condivisione di obiettivi, metodi e conoscenze che supporta l’impegno professionale di ognuno, rende vincente il lavoro comune e motiva l’integrazione tra le culture e le diverse professionalità che operano nei nostri Presidi. Il risultato di questa responsabilità umana e professionale è la costruzione di percorsi di cura adeguati ad ogni singolo paziente e al suo ambiente familiare e sociale.

Vogliamo essere una comunità educante
Vogliamo farci carico del supporto al corso di laurea infermieristica dell’Università Bicocca ed impegnarci per la formazione dei tirocinanti e specializzandi che vengono assegnati ai nostri Presidi Ospedalieri. I giovani – ma forse tutti noi! – hanno bisogno di “maestri” che siano per loro guida e punto di riferimento professionale. Si impara, vedendo, seguendo.

Vogliamo favorire la partecipazione e la responsabilità
L’organizzazione della nostra Azienda è finalizzata -e non predefinita- alla cooperazione armonica dei diversi professionisti e dei diversi livelli di responsabilità al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati.
“L’autorità”, in questo contesto, viene individuata e riconosciuta in quanto portatrice di conoscenze specifiche utili alle finalità comuni, capace di agire una responsabilità professionale – nell’accezione etimologica di “ rispondere a un bisogno, a una esigenza, insomma ad una domanda” del paziente – e una responsabilità direzionale in quanto fattore di integrazione e coesione tra i collaboratori dell’organizzazione.
La partecipazione di tutte le componenti aziendali è garantita da diversi meccanismi di integrazione che potenziano quanto previsto dalle normative vigenti.
Sono particolarmente importanti il Tavolo Aziendale, che si tiene ogni lunedì e che è l’interpretazione allargata del Collegio di Direzione, i Dipartimenti stessi, il S.I.T.R.A. e i numerosi Comitati e Gruppi di lavoro che sono occasione di confronto e partecipazione costruttiva alla risoluzione delle problematiche aziendali.

Non vogliamo essere autoreferenziali
Il sistema dei controlli interni, indispensabile per la gestione della nostra Azienda, ha lo scopo di verificare il raggiungimento dell’obiettivo centrale che è costruire buoni percorsi di salute.
In quest’ottica, tale sistema, mediante valutazione comparativa dei costi, dei rendimenti e dei risultati, verifica la corretta ed economica gestione delle risorse attribuite, l’imparzialità, l’economicità, la trasparenza  e il buon andamento dell’azione amministrativa. Il sistema dei controlli interni è strutturato attraverso l’attività delle strutture Qualità e Gestione del Rischio e Controllo di Gestione che forniscono il supporto tecnico, culturale e metodologico.
Sono inoltre presenti e funzionanti altri strumenti:
– Comitato Budget
– Nucleo di Valutazione
– Collegio Tecnico
– Comitato Etico
– Comitato di Valutazione del Codice Etico

Vogliamo confrontarci con i migliori: il Sistema di Qualità Aziendale
L’Azienda Ospedaliera di Lecco vede nella qualità, quale migliore sintesi di efficacia, appropriatezza ed affidabilità dei servizi, il fattore primario sul quale porre le fondamenta del proprio successo. Considera pertanto una precisa scelta strategica promuoverne i principi ed operare costantemente per il suo miglioramento.
La Direzione Aziendale, in sintonia con gli indirizzi derivanti dalle norme nazionali e regionali, accetta responsabilmente la sfida costituita dal superamento della visione “paziente-utente” verso la concezione della “persona-cliente”; capace cioè di scegliere (direttamente o attraverso il proprio medico di famiglia) la prestazione sanitaria più aderente alle proprie necessità ed aspettative, tra quante presenti sul territorio e di diventare un interlocutore attivo con i sanitari nella definizione del proprio percorso di cura.
Per vincere tale sfida, la Direzione intende catalizzare l’attenzione e gli sforzi di tutti i suoi professionisti e collaboratori verso la qualità dei servizi offerti, individuando in essa il fattore che consentirà all’Azienda di consolidare le posizioni espresse nel documento della “Vision”, mirando a sempre migliori risultati, nell’interesse della salute dei cittadini.
Gli obiettivi che l’Azienda Ospedaliera di Lecco si pone nell’area dell’eccellenza delle prestazioni, dello sviluppo delle capacità professionali, dell’efficacia e dell’efficienza dei processi diagnostici, terapeutici e riabilitativi devono pertanto trovare nella qualità del servizio prestato al “cliente” la propria ragion d’essere, l’obiettivo unificatore ed il principale parametro di misura dei propri risultati.

Non ci sentiamo autosufficienti
Un ospedale moderno non può concepirsi separato da un proprio “territorio” – inteso non tanto come ambito burocratico/amministrativo ma, piuttosto, come luogo sociale di collegamenti e di “reti”.
Pertanto, per la nostra Azienda, il “territorio” non è soltanto  l’ambito di influenza e di provenienza dei propri pazienti, ma un luogo sociale di relazioni e di sinergie con gli enti locali (espressione dei diritti di cittadinanza e del principio di sussidiarietà), con il  terzo  settore – volontariato e associazionismo – (espressione del principio di solidarietà) e con le organizzazioni di patronato e di tutela dei diritti (portatori di interessi generali e specifici).
Il “lavoro di rete” mediante accordi formalizzati costituisce il metodo di lavoro privilegiato per conoscere i bisogni, concordare gli interventi e verificarne gli esiti.
L’Azienda Ospedaliera, attraverso i Presidi di cui è composta, gioca un ruolo importante nella creazione di valore pubblico. In questo senso l’Azienda ha da tempo intrapreso una serie di iniziative allo scopo di rinsaldare l’alleanza con la città.
Non possiamo dimenticare che l’ospedale rappresenta contemporaneamente un crogiuolo di esperienza umana/antropologica (la malattia, il corpo, il limite, la morte, la nascita, la relazione con gli altri), un luogo di scienza e ricerca, un motore economico potente che, attraverso una occupazione professionale significativa, l’effettuazione di consumi, acquisti di prodotti e tecnologia, manutenzioni, contribuisce allo sviluppo e alla ricchezza di un territorio.
In questo senso l’Azienda ha messo in atto:
riunioni periodiche con i Sindaci delle città che ospitano gli Ospedali
incontri con i Sindaci del territorio
il “tavolo delle relazioni” con il “Comitato Consultivo Misto”: incontri periodici con le organizzazioni di volontariato e del privato sociale che vogliono interloquire con l’Ospedale
iniziative per la conoscenza della vita dell’Ospedale così da rendere trasparente la nostra gestione
in accordo con l’ASL, incontri con i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta.