CHIRURGIA VASCOLARE

Direttore f.f.
Dott. Giovanni Rossi
chirurgia.vascolare@asst-lecco.it
0341/489304

Coordinatore infermieristico:
Domenico Colombo
dom.colombo@asst-lecco.it
 0341/489476

L’attività della Struttura di Chirurgia Vascolare consiste nella presa in carico e cura dei pazienti affetti da patologie d’interesse chirurgico dell’aorta e dei suoi rami, dei tronchi sovra-aortici, delle arterie degli arti e del sistema venoso, anche utilizzando l’approccio endovascolare. L’attività viene erogata in integrazione con la Medicina del Territorio nell’ottica della continuità assistenziale, e in collaborazione scientifica, funzionale e gestionale nell’ambito del Dipartimento fedele alla visione del “Dipartimento d’apparato”.

Quale “vision”, la Struttura si pone di continuare a sviluppare le metodiche endovascolari a bassa invasività nel trattamento degli aneurismi e delle arteriopatie obliteranti.

chir_vasco1

ATTIVITA’ CLINICA:

1. Attività di degenza ordinaria (Quarto Piano)
2. Attività di Day Surgery (collocata nella Week Surgery / Day Surgery, al Secondo Piano) rivolta al trattamento della patologia venosa superficiale (Laser per varici)
3. Attività ambulatoriale:
– ecocolordoppler (arterioso arti inferiori, venoso arti inferiori, tronchi sovraaortici, aorta addominale e grossi vasi) il lunedi (8.30-12.30), martedi (14.00-17.00), giovedì (8.30-12.30; 14-17), Day Hospital cardiologico, IV piano
– visite (martedi 8.30-12.30, venerdì 8.30-12.30) Poliambulatori, piano 0
4. Attività di pre ricovero

La presenza di un medico della Chirurgia Vascolare è garantita, in reparto o in reperibilità, 24 ore su 24 / 7 giorni su 7

chir_vasco2

PUNTI DI FORZA:

La struttura di Chirurgia Vascolare si occupa prevalentemente di:
1. Chirurgia tradizionale ed endovascolare di:
– arteriopatie obliteranti degli arti inferiori, compreso il salvataggio dell’arto (a rischio di amputazione)
– piede diabetico
– aneurismi dell’aorta addominale sottorenale
– aneurismi e dissezioni dell’aorta toracica
– aneurismi periferici.
2. Chirurgia tradizionale ed endovascolare della patologie che determinano o hanno determinato ischemia cerebrale (stenosi carotidee sintomatiche e asintomatiche);
3. Trattamento della patologie venosa superificiale (varici) con metodica LASER e tradizionale;
4. Trattamento in urgenza ed emergenza di patologie che comportano immediato rischio di vita ( aneurismi rotti, dissezioni acute dell’aorta toracica discendente, traumi dell’aorta, traumi degli arti.

Opera, all’interno della Struttura di Chirurgia Vascolare, la Struttura Semplice di:

1. U.O.S. Chirurgia dei piccoli vasi.

U.O.S. Chirurgia dei piccoli vasi che si occupa di pazienti che presentano caratteristiche epidemiologiche di alto rischio di amputazione dell’arto procedendo tramite valutazione clinica e strumentale (ecocolordoppler), indirizzo verso un processo diagnostico più approfondito (angiografia, angioTC, PET) che permetta di pianificare un eventuale trattamento chirurgico, tradizionale o endovascolare. Quale “vision” si pone di migliorare le sinergie con le altre strutture al fine di incrementare il reclutamento dei pazienti con i profili di rischio cardiovascolare per amputazione maggiore e di ridurne il numero.